A mosca postumati sul Canale Sfozesco

postumi

postumi
Cari tutti,

domenica è stata una giornata che mi è piaciuta moltissimo anche nelle sue imperfezioni… la prima imperfezione sta nel fatto che, causa matrimonio di amici, io ho dormito meno di tre ore, francis ne ha dormite credo un paio… in più si è presentato postumato. Lo spettacolo si riassume in una foto in allegato. La seconda imperfezione sta nell’aver visto molti pescatori e molte iridee… cosa che ha reso lo scenario meno wild e puro.

 Ad ogni modo la cosa bellissima è stata pescare a secca… anche Francis, dopo un breve inizio con un’iridea a cucchiaio (impanata nella terra e nel suo sangue… orrore!) è passato alla mosca secca.
 C’è stata la grande emozione della bollata, ferrata e cattura di una bella iridea sui 37/38 cm dopo appena pochi minuti dall’inizio dell’azione di pesca…  Una trota a mosca secca è veramente emozionante! 
Poi abbiamo tutti cercato di perfezionare la tecnica, abbiamo vissuto l’emozione di altre bollate ma, in conclusione, nessuno ha più preso nulla… mentre grossi e grassi barbi ci scherzavano ridendo sotto i baffi!
 Poi un’iridea mega-cicciona mi ha tirato scemo, all’inizio, prima di pranzo, perchè credevo fosse una mega-fario e non riuscivo a lanciarci sopra, causa corrente; poi, dopo pranzo, trovandola ancora lì, perchè abboccata ad un pitching sulla sua testa… ma purtroppo senza effettiva cattura… 
Infine gli dei della pesca, memori di quante esche ho offerto loro in sacrificio negli anni (centinaia!), mi hanno fatto trovare una scatoletta con dentro 24 mepps a cui questa sera saranno semplicemente sostuituite le ancorette! Figata! Comunque da notare resta solo il sole, il grande pranzo e le risa con gli amici che ci hanno raggiunto a pranzo e, last but not least, il ritorno di Franco Vanni in serie C con questa eccellente performance: 
ritirata dal matrimonio poco dopo la mezzanotte, come una cenerentola dell’Anonima, arrivo al fiume per le 9.00 (noi alle 6.45 ndr), subito sgamato dal guardiapesca che lo riconosce come un “tipo strano” a causa della lacoste bianco cangiante, in contrasto non solo con il paesaggio, ma soprattutto con l’abbigliamento iper tecnico-mimetico di tutti gli altri insopportabili pescatori PAM…  ma non finisce qui, dopo poche ore, lo hanno visto pescare a torso nudo dicendo: “uhé figa oggi non mangiano i cabasi!” (fonti: ansa). Alle 15 se ne va rombando in moto, con la solita scusa che lui ha un lavoro serio… come se la cosa fosse importante. Noi intanto, da persone adulte e molto serie, eravamo occupati in gare di lancio di ghiaia addosso, molestie a francis, pallonate a caso, essere redarguiti dalla bellissima Giulia (anni 4?), bere grappini e sudare grasso di costine di maiale…

Beh, se non proprio un report… qualcosa di simile! 
Vi saluto dicendovi che ho una voglia spaventosa di andare sul Sesia sabato e misurarmi di nuovo con la mosca secca, senza disdegnare il cucchiaio nelle ore centrali o al mattino se l’acqua è in piena (tutto venerdì a Varallo sono previsti abbondanti piogge e temporali…ma sabato sole! …il meglio!)

Rock ‘n’Rod!

P.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.