Pesca&Fidanzata – Addio al celibato

Poi arriva il momento dell’addio al celibato del tuo futuro marito, una cosa fuori dal tempo, una tradizione ormai antica ma sempre rispettata, diciamo un ever green ecco. E siccome siamo donne di pescatori, è evidente che la preghiera pre partenza non sia “speriamo si comporti bene e si ricordi di avere famiglia a casa”, ma “speriamo cacci fuori un benedetto big fish così torna contento e non se ne parla più”!

Merenda irlandeseFranco e Lorenzo uniscono le forze con Francis e Francesco per creare una macchina “alieutico-sbocciante” in grado di unire il rito di passaggio di Jacopo e Pietro. E renderlo epico. Tutto viene organizzato alla perfezione, nel segreto più totale, con un’efficacia e una solerzia da tour operator rodato. Chiamate di panico per i giorni di ferie, raccomandazioni quotidiane sul silenzio obbligato pena la morte (sanno perfettamente che sono una ciattella e quindi avrei potuto spifferare tutto per sbaglio in qualsiasi momento!), domande su come e cosa portare bisbigliate in altre stanze per non farci scoprire, insomma due mesi di organizzazione sotterranea per questi fatidici quattro, meravigliosi giorni in Irlanda.

E alla fine si parte.

Dal mio punto di vista ho fatto “vacanza” per 4 giorni, nel senso che a casa sola con la bimba si sta benissimo… Quindi la mia preoccupazione principale è sempre e solo stata “ussignur, fa che peschi un luccio di 18 metri così siamo tutti felici e contenti!”.

Col passare del tempo, le foto che mi venivano inviate erano di romantici paesaggi lacustri, pinte sempre piene davanti a bei faccioni allegri al limite – e al di là – del punto massimo di ubriachezza. Telefonate rassicuranti del tipo “Amore ti amo, ma ti amo tanto, siete la mia vita, mi mancate…”

Rassicurantissime direi: Jacopo scuce effusioni d’amore solo per tre ragioni fondamentali e mai, dico mai, s’è smentito:

1. Sa di averla fatta grossa e non sa come dirmelo;
2. Si sente in colpa e vuole farmelo capire in qualche modo;
3. È smodatamente ubriaco.

Credo che in questo caso valessero tutte e tre le opzioni, ma vabbè, ci sta, ci mancherebbe. Mi sono sentita alleggerita quando mi è arrivata la notizia che aveva preso un luccio che, anche se non era esageratamente enorme, era stato bellissimo e quindi era contento, molto contento…

Poi il tragico rientro, come canta saggiamente Elio con “occhio spento e viso di cemento”: tre giorni abbondanti di ripresa tra Aspirine C, Tachipirine, spray assortiti e la richiesta di non berci la solita birretta serale…

Franco, Lorenzo e Jacopo con un driver notturno di risciò

E il mio cuore si riempie di tenerezza: per questi sei amici, fratelli, sodali, che nonostante la vecchiaia e la stempia incipiente riescono ancora a godersi quattro giorni come se fossero gli ultimi davvero, pur sapendo che sono solo pezzetti di vita divisa che continueranno a godersi insieme sapendo che non hanno più il fisico ma fanno finta di nulla.

“Ma no amore è perché ho preso freddo ma non c’entra aver fatto le 7 del mattino, voglio dire sei tu la vecchia di casa, io sono quello che faceva chiusura in tutti i locali”, sapendo che ci sono stati, ci sono e sempre ci saranno…

E allora non importano i giorni passati da sole a casa, la fatica o la stanchezza accumulata, la malinconia la sera quando il letto gelido fa fatica a scaldarsi, o dire a tua figlia che il babbo torna presto quando sai che è a Linate e deve ancora partire, perché tutto sommato quando c’è una passione così forte e hai la fortuna di poterla condividere con chi ami, si può anche condividere un momento di gioia pura senza farsi troppe domande, e goderselo come se una parte di te sia stata lì con loro.

E poi, in fondo, il mio addio al nubilato deve ancora arrivare…

Per scoprire tutto quello che dice la vocina che rappresenta quella di tutte le fidanzate dei pescatori, andate qui.

1 Comment

  • Simone Ardigò ha detto:

    Simpatica….non l’avevo ancora letta….essere sgamati sul più bello, mentre si é sulla scena principale, vabbè….fidanzate, mogli….e figli….hanno sempre ragione….l’UOMO….poverino va pettinato come una bambola in certi momenti….ma nessuno ci riesce alle 4 del mattino quando ci si alza per andare a caccia delle Regine!!!! Meno male!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *