La stanza dell’autocostruzione – 27 – Boboki Handmade Wobblers

Un pesce un po’ snobbato da molti di noi che si dedicano allo spinning: il cavedano. È assolutamente in target con lo spinning e chi abita in città spesso se lo trova sotto casa, ma in genere preferisce macinare kilometri di autostrada per inseguire sogni più nobili. Invece questo costruttore serbo ha deciso di dedicare a lui la sua produzione di esche. E lo fa con così grande passione e dedizione, da averne fatto i suo lavoro.

Il mio nome è Boban Bogdanović. Sono nato in una piccola città nel sud della Serbia – Vranje, dove vivo tuttora. Ho studiato economia, ma purtroppo non ho mai lavorato nel campo dei miei studi e ho cambiato molti posti di lavoro diversi. Oggi sono un produttore di esche professionale. Ho due passioni, prima di tutto la pesca e poi la musica. Infatti sono stato musicista per circa 20 anni.

Da quanto peschi?
La prima volta che ho pescato è stato quando avevo 8 anni – nel 1978 – sul fiume locale Juzna Morava. Da quel momento amo la pesca. È curioso perché nella mia famiglia non pescava nessuno prima di me e del mio fratello più giovane. Siamo gli unici due ad avere questa passione.

Quando hai iniziato a costruire? Ti ricordi la tua prima creazione?
Nel 2002. Ho fatto due piccole esche e purtroppo, con mia grande delusione non funzionavano per nulla.

Perché hai iniziato ad autocostruire?
Ho sempre sognato di avere esche mie. La prima volta che ho catturato un pesce con un mio artificiale ero felice come un bambino.

Quando peschi che tecniche pratichi, dove e rivolte a che pesce?
Io preferisco girare sui fiumi, soprattutto fiumi locali alla ricerca di cavedani. Il cavedano è la mia grande passione.

Qual è il tuo più grande vizio?
Tranne la pesca e le donne (ah ah ah) non ho altri vizi (non fumo e bevo solo birra).

Qual è il materiale che ami di più? E quale tecnica di costruzione?
Io uso solo legno e preferisco il tiglio. L’unica tecnica che uso è quella a mano.

La più grande innovazione nella pesca? Internet.

Nel corso degli anni, produttori e tecnologie hanno migliorato molto le nostre attrezzature da pesca, per te qual è stata la novità più utile e rilevante?
Non ho idea di quale sia l’innovazione più importante e utile. Per me è internet. L’ho usato molto e continuo a usarlo per perfezionare i miei lavori ed espandere il mio business.

Qual è l’elemento che conta di più nel successo di un artificiale? Colore e realismo, equilibrio dei pesi e vibrazioni, forma e sua idrodinamica?
Per me l’aspetto più importante per il successo di un’esca è la vibrazione. Tutto il resto ha il proprio peso, ma non come la vibrazione. Gli autocostruttori dicono: le vibrazioni prendono i pesci, i colori prendono i pescatori.

Ci descrivi i principali processi e fasi della costruzione di un tuo artificiale?
Prima lascio asciugare il tiglio almeno un anno. Poi faccio una forma approssimativa del corpo dell’esca, la carteggio e aggiungo l’armatura passante in acciaio INOX. Dopo di che faccio fare un primo bagno nella vernice, lascio asciugare e poi passo alla verniciatura con l’aerografo. Quando l’artificiale è asciutto do una mano di protettivo, incollo la paletta e lo armo. L’ultimo step è il test in vasca.

Quanto tempo dedichi all’autocostruzione e quanto alla pesca?
Adesso passo molto più tempo a costruire (6-12 ore al giorno), mentre quando ero più giovane trascorrevo molto più tempo a pesca. Purtroppo ho sempre meno tempo per andare sui fiumi.

Cos’è per te la pesca e cosa significa per te costruire esche?
La pesca è tutta la mia vita, il mio primo amore e la mia più grande passione. Anche l’autocostruzione vuol dire molto, tanto che ne ho fatto il mio lavoro.

Qual è la tua marca di esche artificiali presente sul mercato preferita?
Sono circa 10 anni che uso solo i miei artificiali. Prima, la migliore marca che avevo trovato era l’Ugly Duckling.


Qual è il tuo sogno di costruttore di esche?

Il mio sogno è che gente di tutto il mondo utilizzi le mie esche. E oggi ho quasi raggiunto questo risultato.

Se potessi scegliere un altro costruttore a cui affiancarti, presente o passato, il più bravo, chi sarebbe?
Non ne ho potuto scegliere nessuno perché preferisco chi lavora a mano.

Quali sono, nell’ordine, i primi materiali e attrezzi che consigli a chi vuole iniziare ad autocostruire? E con quale imitazione partire?
Il mio consiglio per chi vuole iniziare è di usare il legno, perché le esche in legno sono le migliori. Come forma invece suggerisco quella di un minnow galleggiante. Se avete un internet, l’unica cosa che serve è la volontà.

Che consigli daresti a chi si avvicina all’autocostruzione?
Non mollare mai!

Per vedere tutte le sue esche mettete like alla sua pagina Facebook BOBOKI HANDMADE WOBBLERS e non ne perderete una.
Altrimenti potete chiedergli l’amicizia e scrivergli direttamente sul suo profilo personale BOBAN BOBOKI WOBBLERS.
Se volete anche vedere come lavorano le sue esche, trovate molti video sul suo canale Youtube.

———————————————————————————————————————————————————

My name is Boban Bogdanović. I was born in a small town in south Serbia – Vranje, where I still live. I studied economics but unfortunately I have never worked in my profession. I changed many jobs. Today I am professional lure maker. I have two passion, first of all is fishing and second is music. I have been musician for about 20 years.

When did you start fishing?
My first fishing when I was 8 years old – 1978 – on local river Juzna Morava. From that moment I love fishing. It’s interesting that in my family nobody like fishing before me and after me and my younger brother loved fishing.

How long ago did you start to build lures? Do you remember the first bait that you’ve created?
In the 2002 I made two small lures and unfortunately my huge disappointment. They did’t work well.

Why did you start to build baits?
I always dreamed to have my own lures. When I caught my first fish on my lure I was happy like a child.

Which are the techniques of fishing you prefer? Where to fish? Which is the kind of fish you most like to catch?
I prefer spinning on the river and go fishing to local river. I like to catch chub. Chub is my first and biggest love in fishing.

Which is your biggest vice?
Except fishing and women (ha,ha,ha) I have not other vices (I don’t smoke, I drink only beer).

Which is your favorite material to construct the baits? And what construction technique do you prefer?
I use only wood and I prefer lindenwood. My only technique is handmade.

Over the years, the technology of fishing tackle are much improved. In your opinion which is the most important and useful innovation?
I have no idea what is the most important and useful innovation. For me the internet is the most important for me and my business, using it I perfected my work.

Wich element most determines the success of a lure? Color and realism, weight balance and vibration, shape and hydrodynamics?
For me most important for success is vibration. Color, realism, weight balance are also important but no like vibration. You know what lure makers said: vibration catches fish, colors catches fisherman.

Can you describe the main building steps of your lures?
First I dry linden wood at least 1 year. Then I make rough shape of body lures after that I sanding bodies with sand paper then I put inox quality wire throug the wohole body. And then I put lure in varnish. After drying I start to paint lures with an airbrush. After all the paint dried I apply a final varnish. After varnish dried I bond lips. And finally put the hooks. At the end all lures are tested in tank.

How much time do you spend on building baits and how much on fishing?
Much more time I spend on building baits (6-12 hours per day), when I was younger I spent much more time in fishing. Unfortunately I have less and less time for fishing.

What does it mean for you fishing? And what does it mean for you to build lures?
For me fishing is all my life, my first love and my biggest passion. And also making lures mean all for me today is my own bussines.


What is your favorite brand of lures, including those on the market?
About the last 10 years I only use my lures. Earlier for me the best lure that I use was Serbian lure Ugly Duckling.

What is your dream as a manufacturer of baits?
My dream is that people all over the world use my lures. Today I almost achived my dream.

If you could work with another manufacturer of lures – past or present – who would you choose?
I could not choose no one beacause I prefer Handmade.

What are the first materials and tools that you’d to advice to anyone who wants to start to build baits? And with what kind of imitation (crank, floating minnow, deep diver …)?
My advice to all who wants to start to build baits for material is wood, because wooden lures are the best. For the biginners I suggest floating minow shape. If you have internet the only thing you need is will.

What advice would you give to those just beginning to build baits?
Never give up!

Like his Facebook page BOBOKI HANDMADE WOBBLERS or send him a friend request on my profile BOBAN BOBOKI WOBBLERS.

If you want to see how his lures work go to his Youtube channel.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *