Pescatori della Domenica in Valsesia

Fario Puccini Valsesia, RIserva Alto Sermenza
Fario Puccini Valsesia, RIserva Alto Sermenza
Fario Puccini Valsesia, RIserva Alto Sermenza

Fario Puccini Valsesia, Riserva Alto Sermenza

Ogni uscita dell’Anonima Cucchiano è una storia a sé.

Il mio compito oggi è rendere questa storia epica, nella speranza che un giorno diventi leggenda e poi mito.

DomingoDi epico in verità nella mia vita c’è ben poco : lavoro come un matto, e gli impegni di musicista mi tengono occupati tutti i weekend a perdita d’occhio.

Riesco a blindare con un po’ di anticipo Domenica 2 Giugno, e mi accordo con Pietro per una bella pescata assieme in Sesia.

Ed ecco qui che lo scenario si fa subito interessante.

Sabato 1 Giugno – la sera prima – dovrò suonare al matrimonio di amici con un mio vecchio gruppo – i Lucky Strikers – che per l’occasione si riformano.

Materiale di repertorio Lucky Stikers

Chi è musicista lo sa già, ma suonare ai matrimoni è particolarmente impegnativo.

Carica la macchina con tutti gli strumenti, individua il cascinale in mezzo al nulla dove si tiene il ricevimento, monta tutto il palco senza disturbare camerieri e ospiti, controlla che tu e i tuoi musicisti non beviate troppo prima del live, suona la tua ora, asseconda richieste di parenti ubriachi, smonta tutto e torna a casa.

Ecco, smonta tutto e torna a casa è successo alle 4 del mattino.

Naturalmente eravamo tutti perfettamente sobri.

Guadagno il letto alle 4.30 di mattino, dopo un’ora esatta Pietro mi chiama al telefono carico di entusiasmo pronto alla partenza.

Apro gli occhi e accade il miracolo.

Nonostante la forza di gravità, lo stato confusionale, il sonno mostruoso, il mal di testa e tutto il resto, senza battere ciglio mi alzo dal mio giaciglio e riesco in breve a sistemarmi ed infilarmi in macchina con Pietro.

Stupidera prima di attaccare il fiume

Stupidera prima di attaccare il fiume

( Certo – non mi sentivo la faccia e volevo morire – però ero cosciente )

Il piano della giornata è semplice e lo riassumo in un breve capitolato

– Preludio in SVPS
– Intermezzo in “Riserva Alto Sermenza” dove siamo stati gentilmenti invitati
– Gran finale in Sesia basso a cercare la big marmo

– Preludio

Paesaggio mozzafiato in Val Sesia

Paesaggio mozzafiato in Val Sesia

Attacchiamo un bellissimo pezzo di fiume basso, le condizioni sono tremende: una giornata splendida, sole a picco, caldo fetente, acqua fredda di neve.

Però mi è bastato cominciare a pescare che accade il secondo miracolo:

Da

rincoglionito, stanco, dolente, mal di testato, morente, disidratato

divento

concentrato, attento, rilassato, vivo e reattivo.

Primi lanci

Primi lanci

Lanciamo, peschiamo, ci confrontiamo, proviamo esche diverse, recuperi diversi, approcci ninja, approcci sguaiati, lanci di ogni tipo ma … niente.

Pietro mi invita a stare basso e ninja mentre approciamo una bellissima pozza

Pietro mi invita a stare basso e ninja mentre approcciamo una bellissima pozza

Solo una piccola iridea per Pietro e lo svogliato inseguimento di qualche farietta.

– Intermezzo

Si fa tardi, decidiamo di mangiare un boccone vicino al prossimo spot, sperando che in riserva la situazione cambi.

Primo, Secondo, Caffè, Ammazzacaffè, chiacchiere, pacche sulle spalle e in un attimo siamo in riserva.

Alta Val Sesia

Alta Val Sesia

La situazione è radicalmente diversa, con un minimo di precisione nel lancio e nel recupero allamiamo fario in continuazione, molte immesse, pochine selvatiche.

Pietro insiste con un suo autocostruito che gli garantisce tante abboccate, ma poche ferrate.

Io – che sono di B – insisto con il “Malgioglio” ( colorazione Rainbow ) – esca letale per questi pesci “pollo” e arma prediletta della Serie B.

Fario Val Sesia

Fario Valsesia

Molte di loro sono coloratissime puccini, grande resa fotografica ma simbolo forse della trota pollo d’allevamento, stupida, grassa e malpinnata.

Fario Puccini Val Sesia

Fario Puccini Valsesia

Pietro – essendo un cazzaro di Serie A – è molto competitivo e subito mi sfida a far meglio di lui.

Pietro cattura una bellisima Fario Autoctona

Pietro cattura una bellisima Fario forse autoctona

Io da vero gentiluomo uomo di Serie B non accolgo la sfida, dedito solo alle gioie della pesca e della natura.

Finirà pari, con “fish of the day” una fario puccini di 43 cm.

Fario Puccini Val Sesia

Fario Puccini Valsesia, alto Sermenza

– Gran finale

Ad Anonima Cucchiaino non piace vincere facile.

Scendiamo in Sesia, fuori dalle acque SVPS, armati fino ai denti a cercare il vero fish of the day.

Al cambiare delle luci il fiume si anima, io prendo una fario piccolina su un martin enorme, Pietro ne fa un paio su un ondulante ancora più grande.

Se fossimo stati dei grandi saremmo rimasti fino alle ultime luci, ma …

Ma è Domenica, sono le 20.30, bisogna tornare a Milano, io ho alle spalle un’ora di sonno …chiamiamo gli ultimi lanci, stanchi ma riluttanti, abbandoniamo il fiume, coscienti di farlo nel momento migliore della giornata.

Traendo le giuste conclusioni :

– L’alba vera d’estate è prestissimo – inutile partire alle 5.30 da Milano
– Pescare la Domenica è sbagliato, non si può far tardi perchè svegliarsi dopo aver dormito poco per andare a pesca è ok – farlo per andare in ufficio è un disastro.
– Pescare in riserva è divertente, ma le soddisfazioni sono davvero altre.
– L’Anonima Cucchiano spacca sempre e comunque.

Rock and Rod

Rock and Rod

6 Comments

Rispondi a pietro invernizzi Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.